The Lords of Midnight

La scuola di magia per negromanti (4)

Dall'Ombra alla Luce

Dopo aver sconfitto Lady Ferranifer abbiamo perquisito la sua camera e scoperto non solo vari oggetti magici, e dal lato opposto, una grande libreria di testi di anatomia, sulle torture, poesie in onore della morte e cose simili. Una libreria alta 9 metri è particolarmente imponente e pratica solo se il proprietario è in grado di volare e ha una eternità per leggere e ponderare sul significato di quello che legge.

Dopo un consiglio con i miei compagni ci siamo trovati d’accordo che la modalità che circondano la morte di Lady Ferranifer non sonole usuali modalità con cui un vampiro viene sconfitto. Ma, per adesso non abbiamo idea che cosa significa. Potrebbe aver avuto un incantesimo di Contingency che la teletrasportata in una tomba di riserva nascosta da qualche parte, ma per adesso non abbiamo modi di saperlo.

Ci siamo fermati a riposare, facendo i turni, nelle camere di Ferranifer. Sfortunatamente non abbiamo avuto tempo per visionare i libri che abbiamo trovato nella stanza segreta di Ferranifer o che abbiamo preso ai professori dentro l’Accademia. Non c’è mai abbastanza tempo per fare tutto!!!

ha tentato di utilizzare i suoi incantesimi clericali della sfera del pensiero per raccogliere delle informazioni (Thought Capture) nella stanza da letto di Ferranifer, dove si è concluso lo scontro. Il primo pensiero catturato era quello di che veniva colpito da Ferranifer; inutile. Il secondo è stato molto più utile, ma l’effetto secondario non è stato ne bello ne piacevole. Xia ha raccolto un pensiero di un demone (un Glabrezu) che la notte precedente era venuto a riparare il golem di ferro che abbiamo sconfitto per due volte e che non era per nulla contento di dover usare un Wish per sistemare i danni che abbiamo fatto per la seconda volta. La mente di Xia è rimasta gravemente danneggiata dal pensiero che ha raccolto. Fortunatamente Arewin aveva a disposizione un Heal e lo ha curato immediatamente e completamente. E dopo questo abbiamo deciso di mangiare e dormire, per essere pronti a rimemorizzare gli incantesimi il giorno dopo e continuare l’esplorazione di questo complesso.

Il giorno dopo, Grunter casualmente, ci ha detto che, comunque, non siamo ancora entrati dentro la tomba. Di consegeunza siamo ancora dentro l’accademia che è stata costruita negli ultimi 20 anni.

Cedendo alle insistenze di Leoneiros Tarmikos Ka-Tanmi-Xia ha usato due dei suoi più potenti incantesimi divini (Restoration x 2) per ridare al Paladino l’energia vitale persa a causa del colpo ricevuto dalla vampira. Entrambi sono invecchiati di 4 anni a causa delle potenti energie convogliate dagli incantesimi e sono sopravvissuti allo shock dell’improvviso invecchiamento. Xia spera sinceramente che Tarmikos sopravviva a questa avventura in modo che possa almeno compensarlo per gli anni perduti (una o due Potion of Youth andrebbero bene o qualche altro oggetto magico che protegga dagli invecchiamenti non desiderati o permetta di ringiovanire).

Continuando l’esplorazione, abbiamo aperto altre delle porte. Una con una mummia (un normale morto fasciato) e una trappola di punte che scendevano sull’incauto che metteva piede dentro. La porta successiva conduceva in una piccola stanza, più simile ad un mattatoio o al negozio di un macellaio, dove giaceva una creatura legata ad un tavolo operatorio, con numerosi strumenti chirurgici estremamente crudi appesi in giro. La creatura appariva un umano a cui erano stati amputate varie parti del corpo e sostituite con parti di altre creature mostruose; e recava i segni di numerosi tagli al viso e intutto il corpo. La creatura era piena di dolore e impossibilitata a parlare a causa dell’amputazione della lingua. Probabilmente resa psicotica dalle torture ricevute. Il paladino, nonostante l’opposizione di Xia, che voleva tentare di curarla, ha deciso di mettere fine alle sofferenze della povera creatura. Sarebbe stato possibile amputare le appendici impiantate e applicare numerose volte l’incantesimo Regenerate e Heal. Se fatto nel modo giusto e con un po’ di fortuna la creatura avrebbe avuto una possibilità di vivere e tornare sana. E, magari, utilizzando altre forme di magia, sarebbe stato possibile cancellare la memoria del periodo di torture e sperimentazioni subite. Ma, probabilmente, non lo sapremo mai. Forse, adesso che è morto, amputare le parti aliene dal suo corpo e poi tentare di riportarlo in vita??? Almeno in questo modo non deve sopportare lo stress di subire varie amputazioni, un’altra volta.

Comunque sia, abbiamo proseguito non avendo trovato nulla di utile o interessante alla nostra missione, nella cella. Mentre Arewin e Leoneiros stavano di fronte alla porta successiva che volevano aprire, la dietro di loro si è aperta improvvisamente e sono uscito 3 vampiri che li hanno attaccati, dopo aver intimato a noi tutti di arrenderci e aver ricevuto una risposta negativa. Per nostra fortuna, questi vampiri erano meno potenti (o meno fortunati) di Lady Ferranifer e non sono riusciti ad ammaliare o colpire nessuno prima di essere ridotti al loro stati di nuvole di nebbia.

Dopo averli sconfitti, ci siamo concentrati sulla porta da cui erano usciti, che dava in uno sala angusta con il soffitto a soli 1.5 metri di altezza. Come prevedevamo c’erano 3 bare. Ma una volta controllate, con prudenza, abbiamo scoperte che non solo erano vuote, ma non contenevano nemmeno il terriccio della terra natia che normalmente i vampiri portano con se. Abbiamo trovato un poì di monete scavando sotto le bare, net terreno morbido (i soldi sono sempre buoni). Una verifica con la Gem of Seeing ha rivelato unaporta segreta sulla parete Ovest e Arewin ha cominciato a cercare il meccanismo di apertura.
Con nostro disgusto, ad un certo punto una massa di topi ha cominciato a assembrarsi nella stanza rendendo difficile ai maghi di concentrasi e al ladro di cercare trappole e porte. I vampiri potrebbero trovarsi in una qualche altra stanza segreta in cui hanno altre bare di riserva, oppure, peggio uno o più di loro potrebbe essersi trasformato in nebbia volutamente per sfuggire al combattimento e chiedere aiuto ai necromanti o peggio.

Proprio quando questa possibiltà stava presentandosi alla nostra mente, due figure sono sbucate dall’entrata che conduce alle sale dell’accademia. I due professori che avevamo lasciato dormire in pace erano l’uso di fianco all’altro e stavano pronunciando degli incantesimi contro di noi. La nostra reazione è stata rapida, perché non erano riusciti a sorprenderci alle spalle, e sono stati abbattuti entrabi da Janier con un Mordenkainen’s Force Missiles (due missili a testa) abbiamo abbattuti entrambi. Uno è caduto a terra presumibilmente morto e l’altro è scomparso improvvisamente mentre cadeva a terra (probabilmente aveva qualche piano di riserva in caso fosse stato sconfitto).

Subito dopo averli sconfitti abbiamo sigillato il passaggio con un muro di pietra. Ma i necromanti dall’esterno lo hanno abbattuto con un disintegrate. Una mezza dozzina di necromanti di livello medio basso (per i nostri standard) si sono riversati fuori dal corridoio, e hanno tentato di usare i loro incantesimi, ma sono stati rapidamente uccisi dalle frecce del nano e da un altro incantesimo di Janier (Prismatic Spray). Sono tutti morti a parte uno che è scomparso, probabilmente lanciato in un’altro piano da cui non credo ritornerà mai vivo o morto.

Dopo aver respinto il primo assalto, i necromanti, fuori dalla nostra vista, hanno lanciato un qualche incantesimo che ha animato uno dei caduti trasformandolo in un non-morto che non avevamo mai visto (simile ad uno zombie) che emanava una ondata di freddo gelido. Ma è stato disintegrato prima che potesse fare molti danni.

Mentre stavamo riorganizzando i nostri ranghi, Leon, il guerriero che avevamo visto sorvegliare l’ingresso dell’accademia, è entrato a passo di carica sorprendendoci prima che potessimo reagire. Si è avventato sul primo nemico che ha trovato e lo ha colpito più volte. Fortunatamente la Stoneskin ha salvato Xia da una brutta fine. Ancora più fortunosamente è riuscito a resistere al potere della spada e a non perdere la sua energia vitale (sembra che la spada abbia il potere di risucchiare l’energia ogni volta che colpisce). Sfortunatamente, Leon, grazie alla sua armatura, è riuscito a resistere in modo inumano alla pioggia di colpi ricevuti, ed è riuscito a ferire xia dopo che l’effetto della Stoneskin era terminato. Le ferite riportate si sono, per ora, rivelate resistenti alle cure magiche. Speriamo che siano curabili almeno naturalmente.
Nonostante la sua inumana resistenza ai colpi subiti, però Leon alla fine è caduto.

Ispezionando il corpo, la spada e l’armatura Rhaak Dekrodim ha, a sua volte rischiato di perdere parte della sua energia vitale e è stato ferito. Non avendo ancora tentato di curarlo, non sappiamo se le ferite sono curabili magicamente. L’armatura di osso di Leon si è rivelata resistente anche alla disintegrazione. Janier ha notato che il corpo di Leon stava rigenerando le ferite subite nonostante fosse evidentemente morto e, anche lo stato del suo corpo facesse supporre che fosse una specie di non morto oppure un essere umano modificato o incantato da qualche forma di magia necromantica. Javier ha quindi disintegrato il corpo. Ma, abbiamo quasi subito notato che sull’armatura sono rimasti dei pezzi di pelle che stanno cominciando a rigenerarsi. Sicuramente impiegherà molto di più di prima a rigenerarsi completamente, ma apparentemente Leon è Duro a Morire

Scavando nei ricordi, Arewin a ricordato che nei secoli passati Moloch aveva un campione che corrisponde alla descrizione di Leon e dell’armatura. Fino a che non troveremo una soluzione per mandarlo definitivamente in pensione obbligatoria nell’Abisso credo che dovremo ripiegare su una soluzione temporanea: fargli cadere sopra un muro di ferro. Anche se è non è possibile tenerlo morto, possiamo comunque tenerlo seppellito: un muro di ferro di 3×3 metri pesa quasi 7 tonnellate e probabilmente anche un titano avrebbe molti problemi a sollevarlo senza aiuto.

Subito dopo che Leon è caduto in battaglia, abbiamo visto che un muro di pietra si è formato quasi esattamente dove avevamo messo noi il nostro. Evidentemente i necromanti ne hanno avuto abbastanza del combattimento e sono andati leccarsi le ferite o a radunare le forze rimanenti o hanno deciso che la morte non fa per loro.

Dobbiamo decidere se:

1) Finire di esplorare le ultime due porte e aprire la porta segreta che abbiamo trovato nella stanza dei vampiri
2) Seguire i necromanti e sconfiggerli definitivamente prima che fuggano con le ricchezze e i testi magici dell’accademia.

Comments

Io propenderei per la seconda opzione.

Se aspettiamo e facciamo altro, avranno il tempo di riorganizzarsi, di fuggire con i loro tesori e con i testi e i libri dell’accademia. Non solo, potrebbero riuscire a far arrivare in loro aiuto il Drago d’Ombra. E se gli danno la nostra descrizione quello si mette a dormire davanti all’uscita dell’accademia per il resto dei nostri giorni pur di metterci le mani addosso e usarci come snack.

Inoltre, eliminare i necromanti sarebbe utile per evitare di avere brutta gente che mi gira per la provincia e mi abbassa le entrate delle tasse.
Poi, magari, qualcuno potrebbe essere reclutabile nel mio enturage (se ne trovo qualcuno neutrale non evil).
Inoltre, sarebbe utile riuscire a interrogarne qualcuno a proposito di quello che succede (le animazioni improvvise di morti dai cimiteri della regione intorno la palude). Se sono roba loro e perché lo fanno.

 

Ti è sfuggito il piccolo dettaglio in cui mentre i maghi facevano le “cose da mago” io Rhaak (guerriero) invece di prendere libri a caso cercavo informazioni utili nella libreria. Oltre a scoprire che i libri di necromanzia sono ottimo combustibile per il focolare ho scopreto 3 cose:
-L’unico possedimento terrestre di Acererak è la tomba
-Mentre Acererak è su un altro piano pianifica di portare un grande cambiamento sul nostro
-Acererak ha lasciato dietro di se un percorso che conduce a lui e l’unica maniera per percorrerlo è utilizzando l’amuleto del vuoto.

Secondo me è inutile inseguire i negromanti, meglio trovare alla svelta l’amuleto del vuoto, distruggerlo e chiudere il passaggio ad Acererak, altrimenti la tua contea Ka-Tanmi avrà problemi ben più gravi di 4 negromanti, forse anche più gravi di un drago.

 

Dovresti definire “inutile”.
Non è inutile a molti appartenenti al gruppo raccogliere tesori, perché hanno un mucchio di spese per i loro feudi in via di consolidamento ( e per quelli che devono ancora essere conquistati).
Non è inutile, a me in particolare, raccogliere ogni genere di testo magico (che siano incantesimi o conoscenze magiche o per maghi) perché fa parte degli articoli di fede di Azuth, così come per il Paladino è fondamentale salvare gli innocenti e combattere il male, etc.

Il mio chierico, ha ricercato l’Azuth Fedensor proprio perché è utile al gruppo per ridurre i costi di casting di tutta una serie di incantesimi (Stoneskin per primo) che usiamo costantemente per buoni motivi (tipo non farci ammazzare). Nelle sue ultime avventure i tesori trovati non hanno coperto nemmeno le spese e, solo in questa avventura abbiamo risparmiato tranquillamente 3-4 mila monete d’oro di Stoneskin. Il paladino usa molto tempo per memorizzare le Hand of Faith e poi ci sono le cure delle ferite. Senza l’Azuth Fedensor, saremmo già dovuti tornare indietro per mancanza ci componenti magici per fare le Stoneskin (a meno che Javien non mi dica che si è portato dietro polvere di diamanti per 100 Stoneskin, che non ci credo.

Se i chierici e il paladino non dovessero spendere tanto tempo a memorizzare, avrebbero tanto più tempo per leggere libri e cercare per indizi. Io per primo. Però, se lo faccio, qualcuno resta senza cure, restoration, e si paga la stoneskin ogni volta che ne ha bisogno (o se la fa fare con il Nahal’s reckless, se non vuole spendere le 100 mo.o ogni volta). Capisco, però, che sarebbe stato bello se ti avessero aiutato a cercare informazioni anche i maghi che avevano molto meno di me da memorizzare.

Comunque, dobbiamo ancora studiare i libri che abbiamo preso dentro la scuola, nel laboratorio del gatto, quelli trovato da Arewin nella libreria e nel cassetto.

La seconda cosa è che se pensi che distruggere semplicemente l’Amuleto del Vuoto risolva il problema e chiuda la porta del nostro mondo in faccia ad Acererak, mi sa che ti sbagli di grosso.
Non ti sei letto bene il Diario:

>>
L’ultima frase del documento recita “E così nella pienezza del tempo getterò l’Amuleto fuori tra le terre degli uomini, in modo che possa attirare a me coloro che sono dotati del giusto coraggio. Solo coloro dotati di una spiccata fortuna e di una grande abilità riusciranno a raggiungermi nella Fortezza della Conclusione. Lì riceveranno una magnifica ricompensa per la loro persistenza”.
>>

Acererak ha lasciato quell’ Amuleto in giro appositamente per far arrivare gli individui giusti da lui, nella Fortezza della Conclusione. Non lo puoi distruggere. Ben che vada la notte successiva arriva un demone che lo ripara e lo mette dove un gruppo di avventurieri possa trovarlo. E poi provoca qualche casino per fargli cercare e trovare l’Amuleto e dargli un motivo per andare da lui.
Il passaggio non serve ad Acererak, ma a chi deve andare da lui.
E la “magnifica ricompensa” siamo tutti sicuri che non sarà divertente.

Acererak, se 1000 e più anni fa è diventato un lich e poi un demilich, ha tutto il potere magico e le conoscenze magiche per andare dove gli pare tra i piani. Non è chiudendo un portale o distruggendo un Amuleto che lo fermeremo per più di 5 minuti.

>>
Tuttavia, Acererak suggerisce che lo stato di lich non sia che il primo passo di uno schema elaborato che non si è degnato di descrivere! Successivamente, il documento parla di una Tomba, di una Città, di una Fortezza, e, infine, di qualcosa chiamato l’Amuleto del Vuoto.
>>

Dobbiamo capire quale sia il suo “schema elaborato” per poterlo sovvertire.
E dobbiamo cercare delle informazioni sulla Tomba, sulla “Città Perduta” e sulla “Fortezza della Conclusione”.
E forse i necromanti (quelli vivi e/o quelli morti) ne sanno qualche cosa in più che non sta scritto da nessuna parte. E magari qualche magia necromantica o meno che non conosciamo ancora ci può essere utile.

Le informazioni raccolte potrebbero benissimo essere tutte vere o tutte false oppure alcune vere e alcune false. Da quel poco che si capisce, neanche i necromanti dell’Accademia hanno molte conoscenze di Acererak, della Tomba, della Città e della Fortezza. Ma, magari, qualche cosa di utile potrebbero averla imparata in 20 anni che stanno qui. E, magari, non essendo buoni o neutrali, non hanno condiviso tutte le informazioni tra di loro da bravi fratellini.

Sul diario c’è questa frase che potrebbe essere il bandolo della matassa:
>>
“Temendo una morte imminente, ho afferrato quello per cui ero venuto e sono fuggito.
>>

Per cosa era venuto Desatysso?
Sappiamo che poi ha lasciato l’Amuleto a Sather (tutto o solo metà?) ed è tornato dentro la tomba per attraversare il portale. Posso solo immaginare che abbia afferrato qualche cosa che serviva ad attraversare il portale. Ma cosa? Dobbiamo scoprirlo se vogliamo essere in grado di attraversare il portale.

Pochi mesi/anni dopo che Sater ha gettato l’Amuleto, Ferranifer deve essere arrivata e averlo trovato. Scommetto che non è stata fortuna, ma Acererak o un suo agente che lo ha messo dove poteva essere trovato da qualcuno.

Una ultima cosa: prima di entrare nella Tomba e prima di attraversare il portale, è bene che diamo un rapporto dettagliato di quello che sta succedendo alle chiese di Tyr, Azuth, Corellon Larethian, al futuro re di Athoril e alle autorità della città di Vallorast, perché possano siano informati e possano prendere provvedimenti nel caso non riusciamo nell’impresa.

 

Io ho solo un commento, non ho mai detto di che tipo fosse il Demone che ripristina le cose. Da dove lo hai tirato fuori il Glabrezu?

 

Un Balor non lo vedo fare la manutenzione.
Un Marilith neanche per sogno che fa la manutenzione
Gli altri non hanno Wish o roba simile.

I Glabrezu sono quelli che maneggiano magia più degli altri e gli tocca lavorare per gli altri due di cui sopra anche se gli sta sulle scatole.

Ce ne era uno durante la Paladin in Hell che aveva una marea di oggettti magici e magie (tipo tre wand legate insieme)

 

Non so che dire, io continuo ad avere questa distinta immagine del demone janitor (bidello) che porchizza mentre viene a fare la manutenzione e continuo ad associargli un cane con le zampe. E dopo che mi ci hai fatto ripensare, ha anche una salopette.

 

I Glabrezu non hanno wish.

NicolaParolin MircoRomanato

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.