The Lords of Midnight

Trattati Commerciali
5/12/1224

Dopo aver sconfitto Yeenoghu, Javier ha ottenuto il titolo sulla sua Provincia.
Qualche settimana dopo, ci siamo recati a Vallorast per discutere e concludere degli accordi che aprano delle rotte commerciali con Vallorast ai prodotti di Valenor, Lorv Urth, le Terre del Re e viceversa. E grazie all’aiuto dei nostri consiglieri, siamo riusciti ad aprirne diverse.

Mentre ci trovavamo a Vallorast ci sono giunte voci che a nord della Repubblica, al confine tra il Regno degli Elfi di Dregrim e Utwan sono iniziati strani avvenimenti. I morti hanno cominciato, in modo casuale, ad animarsi. Il giorno prima di tornare a casa, fuori dalla taverna dove alloggiavamo uno degli avventori è stato aggredito da un branco di Wight. Non siamo riusciti ad intervenire in tempo per salvarlo, ma abbiamo distrutto il branco immediatamente.

Si trattava del primo episodio avvenuto nella città di Vallorast. Il giorno dopo abbiamo iniziato ad indagare sull’ avvenimento e il governo locale ci ha fatto sapere che, se risolveremo il problema, sarà disponibile a mostrare la sua gratitudine verso di noi.

Abbiamo scoperto che sul corpo delle Wight c’era un tatuaggio che abbiamo fatto risalire ad una nave fluviale che percorreva il fiume verso sud. Siamo riusciti, a quel punto, a rintracciare il proprietario e capitano della nave. Il povero uomo era spaventato a morte e affogava la sua disperazione nella birra. Ma ci ha raccontato la storia di quello che era successo. I suoi uomini erano stati uccisi da una creatura oscura che gli aveva parlato con parole criptiche ed incomprensibili.

Contattato un saggio locale siamo riusciti a scoprire che le parole dette dalla creatura riportavano ad una “bestia” e che circa 20 anni fa un mago molto riservato di nome Desatysso aveva ricercato lo stesso argomento. Abbiamo avuto ulteriori informazioni che ci hanno indicato la strada per raggiungere la Rocca di Dasatysso, prima lungo il fiume e poi su per le colline fino ad una stretta valle. In una zona disabitata da umani e popolata da giganti e orchi.

Arrivati sul posto abbiamo trovato la Rocca di Desatysso, costruita sul fianco della montagna, diroccata ed abbandonata da molti anni. Al suo interno si erano stabiliti dei giganti. Abbiamo velocemente eliminato i primi 4 giganti e poi eliminato il loro capo che dentro la Rocca ha tentato di tenderci un’imboscata.

Abbiamo quindi esplorato le prime stanze della rocca e trovato delle porte incantate. Ma prima di tentare di aprirle, abbiamo deciso di seguire il tunnel che entrava nella montagna e poi saliva verso l’alto, probabilmente fino alla sommità della parete rocciosa.

Arewin ha trovato una cantina con decine di bottiglie di vino di grande valore, ma la cantina era una trappola che l’ha ferita gravemente e ha distrutto tutte le bottiglie.

Lezione: quando c’è un tesoro, controlla se ci sono trappole.
probabilmente anche il contrario è vero (altrimenti perché mettere una trappola?).

View
Yeenoghu, lo scontro finale.
Come rispedire un dio demone nell'Abisso a cui appartiene.

2/8/1224

Dopo essere tornati al Castello di Arewin, il Sacerdote di Azuth è stato riportato in vita con l’aiuto di Arewin facilità grazie ai potenti oggetti magici che hanno protetto la sua anima e hanno impedito che andasse dal suo dio prima del suo tempo.

Dopo aver riposato un paio di giorni siamo rientrati nella fortezza di Yeenoghu e ci siamo teletrasportati nel suo tempio / sala del trono. Il combattimento è stato fiero, ma i demoni e le altre creature al suo servizio ormai scarseggiavano e siamo riusciti a sconfiggerlo dopo un breve ma intenso combattimento.

Ancora una volta i potenti poteri psionici del demone hanno avuto la meglio sul mago Javier che dopo il combattimento è stato necessario guarire dai gravi danni cerebrali ricevuti. Ugualmente il nostro nuovo compagno nano ha perso alcune dita della mano e sarà necessario usare la potente magia curativa dei chierici per far ricrescere le sue dita o riattaccarle, dopo che saremo tornati alla nostra base al castello di Arewin.

Come avevamo previsto, anzi più velocemente di quanto avevamo previsto, le truppe di Yeenoghu si sono immediatamente divise in fazioni ostili l’una conl’altra quando il corpo del demone è stato distrutto e la sua essenza è stata bandita nell’Abisso per i prossimi 100 anni. All’interno del castello la guerra civile tra gnoll è iniziata immediatamente ed è durata per ore ed ore, fino a notte inoltrata. Sfortunatamente non siamo riusciti a localizzare la posizione del tesoro al castello e, con tutta probabilità è stato saccheggiato dalle varie fazioni di gnoll. Ammirando la forza e disprezzando la debolezza, gli gnoll si sono evidentemente rivoltati immediatamente contro i sacerdoti di Yeenoghu, in particolare coloro che erano stati forzati ad unirsi all’orda. Probabilmente ritorneranno alle loro tribù e terre e ricominceranno ad adorare le loro divinità ancestrali e naturali come in precedenza.

Adesso potremo prendere un po’ di giorni di riposo, riorganizzarci, far ricrescere le dita al nostro strano nano arciere e trovare il modo di restituire al Javier i poteri psionici perduti (potrebbe essere l’occasione per Ka-Tamni Xia di esaminare il cervello di uno psionico e il suo funzionamento interno, per incrementare le sue conoscenze di anatomia umana – alcune teorie dicono che gli psionici hanno una mutazione che conferisce loro un grande neurone che è il segreto dei loro poteri mentali così sviluppati). Comunque è importante riportare Javier al massimo delle sue capacità, dato che ci sono ancora molte province da liberare e riportare sotto la nostra autorità (e quella del Re Muratore) e deve arrivare l’inviato del Re di Corelay per conferirgli i titoli nobiliari e l’autorità ufficiale di governare la provincia di Lorv Urth.

View
Sotto il tempio di Yeenoghu
28/07/1224

Dopo esserci riposati una notte siamo tornati nel tempio di Yeenoghu e siamo scesi nel pozzo che porta ad un complesso sistema di caverne sotterranee. Qui abbiamo incontrato diversi non morti (ghoul e ghast) e una strana creatura, semi-eterea, che ha impietosamente ucciso il nostro chierico Ka-Tanmi-Xia con un solo sguardo.

Sconfitta la creatura siamo quindi dovuti ritornare al castello di Arewin Frfll’in per prestare soccorso al chierico di Azuth.

View
Continua la lotta contro Yeenoghu

Al nostro ritorno a castello di Arewin abbiamo trovato uno strano nano che ha chiesto di unirsi al nostro gruppo nella lotta contro Yeenoghu.

Mentre riposavamo, la notte dopo il nostro scontro con Yeenoghu un gruppo di gnoll ha razziato la citta di Arewin e catturato alcune famiglie. Il subbuglio ha fatto perdere il sonno e, di conseguenza ha ritardato memorizzazione degli incantesimi.

Il 26/07/1224 abbiamo eseguito una infruttuosa ricerca della banda di gnoll, siamo convinti che siano riusciti a raggiungere il limite della palude e, da li, siano stati teleportati al castello di Yeenoghu.

Il 27/07/1224 abbiamo deciso di ritornare al Castello di Yeenoghu, per eliminare al più presto la sua presenza nelle nostre terre e la minaccia che rappresenta. Abbiamo tentato di teleportarci nel corridoio dietro il trono di Yeenoghu, ma ci siamo materializzati dietro il suo trono, nella sala, invece. Li abbiamo combattuto con un altro demone a forma di iena con zanne enormi e vari gnoll. Ne abbiamo fatto carne tritata.

Subito dopo abbiamo cercato la terza porta segreta e siamo riusciti a scoprire come aprirla. Portava ad una scala che conduceva al piano superiore, dove un gruppo di gnoll e le loro iene da guardia ci hanno scoperto, nonostante il nostro camuffamento, e che abbiamo velocemente sterminato. Abbiamo trovato una fornita armeria utile, in futuro per armare i nostri soldati.

Dobbiamo ancora affrontare Yeenoghu e eliminarlo, ma siamo estremamente a corto di magia, in un castello dove centinaia di gnoll potrebbero circondarci da un momento all’altro.

parte 2

Siamo tornati giù, nel tempio / sala del trono di Yeenoghu. Il passaggio dietro il suo trono ci ha condotto alla sala che avevamo visto in precedenza, ma era vuota ed abbandonata. Abbiamo seguito delle scale che scendevano ancora più in profondità e, dopo aver incontrato varie trappole magiche, abbiamo avuto uno scontro con degli strani non morti gnoll che erano immuni alla magie di basso livello. Nonostante tutto, li abbiamo sconfitti e abbiamo esplorato questa cripta.
Lungo il corridoio abbiamo scoperto un passaggio segreto che ci ha portato ad una camera del tesoro, dove abbiamo scoperto anche uno strano portale pieno di nebbia. Ne è seguito uno scontro vittorioso con dei demoni a forma di iene.

Il resto del corridoio non ha rivelato null’altro se non altre trappole. Siamo quindi riemersi in superficie e tornanti al castello di Arewin dopo essere passati per le prigioni dove tenevano i prigionieri, ma la maggior parte era già stata uccisa e abbiamo potuto salvare solo pochi umani.

View
Scontro alla Corte di Yeenoghu (2)

Nello stesso momento in cui il paladino ha forzato yeenoghu a fuggire, Yeenoghu è riuscito a convocare tre Vrok, demoni dell’Abisso. A loro volta i tre Vrok hanno convocato altri demoni ieniformi e, insieme a loro, ci hanno attaccato.

Nonostante il valore non gli mancasse e riuscisse ad uccidere l’ultimo dei guerrieri della scorta di Yeenoghu, Xia è caduto ferito a morte dai demoni. Ma, nel tempo guadagnato, il paladino e Arewin sono riusciti ad abbattere valorosamente gli altri 4 demoni che li avevano attaccati. L’intervento di Arewin che ha ucciso subito dopo sia il vrok che il demone a forma di iena è stato tempestivo, impedendo i due demoni rimanenti di uccidere immediatamente sia Javier che Xia. Appena ucciso i demoni la sua magia clericale ha curato completamente sia Xia che Javier, che però non avevano più incantesimi memorizzati.

Mentre il paladino terminava di sterminare gli ultimi gnoll rimasti nel salone (un piccolo gruppo di arceri), vediamo che a ridosso del Wall of Force che chiudeva l’ingresso si sono assemblati un gran numero di guerrieri gnoll evidentemente desiderosi di usarci come cena e di vendicare il loro dio (non sapremmo dire in che ordine).

Osservata la stanza con la gemma magica di Javier, abbiamo scoperto 3 porte segrete. Abbiamo quindi chiuso l’accesso al salone con un Wall of Stone, prima che il Wall of Force si esaurisse, in modo che gli gnoll non potessero vedere cosa stavamo facendo.

Un Mimic ha attaccato Javier che stava cercando il modo di aprire uno dei passaggi ma è stato solo una distrazione. Abbiamo aperto il passaggio dietro il trono di Yeenoghu e procedendo lungo il corridoio abbiamo trovato una sala riccamente arredata per il riposo e il piacere degli gnoll. La presenza di un nutrito gruppo di gnoll dall’apparenza molto potente e minacciosa ci ha sconsigliato di combattere; fortunatamente, grazie alla magia apparivamo come sacerdoti gnoll di yeenoghu e non siamo stati scoperti. Ma siamo dovuti tornare nel salone del trono.

Il Wall of Stone resisteva ancora ai tentativi degli gnoll di abbatterlo, e abbiamo quindi continuato a tentare di aprire la seconda porta segreta. Con successo. Abbiamo proceduto per un corridoio che portava ad una serie di celle dove si trovavano numerosi prigionieri umani. Siamo riusciti ad ingannare le guardie e farle andare nella sala del trono. Da queste prigioni abbiamo dovuto, a malincuore, teletrasportarci a casa (con successo). Non abbiamo potuto portare nessuno dei prigionieri con noi, sfortunatamente.

View
Scontro alla Corte di Yeenoghu
25/07/1224

Giunti nella parte interna della fortezza siamo scesi giù, verso la sala dove dimora Yeenoghu.

Al solito, siamo riusciti ad arrivare ed essere scoperti immediatamente, il che ci ha impedito di alzare le nostre difese. Appena giunti, Yeenoghu ha sentito la nostra presenza ed ha usato una potente Unholy Word per colpirci a distanza (normalmente questo incantesimo funziona solo intorno al caster in un raggio di pochi metri. Nel suo caso l’effetto è arrivato a oltre 50 metri di distanza.

Prima che ci potesse colpire, comunque, siamo riusciti a sigillare l’accesso della sala con un Muro di Forza, in modo che gli gnoll della fortezza non possano intervenire prontamente a difesa del loro Dio in Terra. Siamo anche riusciti a uccidere un gran numero di sacerdoti di Yeenoghu che cercavano di lanciare degli incantesimi contro di noi e alcuni guerrieri. Il paladino e il chierico di Corellon Laretian si sono immediatamente dopo lanciati in avanti per intercettare i sopravvissuti sulla sinistra (delle creatura dall’apparenza ieniforme, probabilmente provenienti dal dominio di yeenoghu nell’Abisso). Yeenoghu, avvicinatosi ha usato i suoi poteri telepatici per combattere contro Janier, il Mago Wild, e lo ha rapidamente messo fuori combattimento (ad un pelo di distanza dalla morte). Nel frattempo, altre tre creature erano arrivate a contatto con Janier e Xia, ma avendo corso per arrivare non hanno potuto attaccare subito. Questo ha dato a l chierico di Azuth il tempo di usare a sua volta una Holy Word e bandire da questo piano di esistenza due delle creature dall’aspetto di iene mostruose. Resta solo un guerriero gnoll che sembra rallentato (slowed) dall’effetto dell’Holy Word e che sta attaccando Xia, che a sua volta è rimasto vittima della magia di Yeenoghu (Confusion) e stanno combattendo.

Janier, prima di cadere in coma, aveva tentato di teleportarsi via, ma ha fallito nell’intento. Di conseguenza sarà difficle uscire da qui.

Dopo essere riusciti ad abbattere molto velocemente le creature demoniache (ed estremamente pericolose – avevano un morso avvelenato) al servizio di Yeenoghu che avevano intercettato, il Paladino di Tyr e il Chierico di Corellon Laretian hanno ingaggiato un mortale corpo a corpo con Yeenoghu stesso. Nonostante le potenti magie usate da Yeenoghu per confondere le loro menti (Confusion) sono riusciti a ferire mortalmente Yeenoghu dopo che questo si era curato le ferite precedenti, Con abile e potente colpo il paladino ha staccato di netto l’arto inferiore di yeenoghu, facendolo cadere a terra. Ma, prima che potessero distruggerlo definitivamente, Yeenoghu è riuscito, demone qual’è, a teletrasportarsi via dal combattimento.

Prima che potessimo approfittare di questo momento di respiro, le quattro grandi statue agli angoli della grande sala sono crollate in frantumi, rivelando dal loro interno 3 Vrock che, a loro volta hanno iniziato ad aprire dei gate per attrarre altri demoni in loro aiuto. Speriamo che falliscano nel convocare dei demoni oppure che i demoni in arrivo siano deboli e facili da eliminare. Già i vrock sono una rogna sufficiente nella situazione attuale.

View
Sciacalli, Sciacalli a perdita d'occhio
24/07/1224

Ci sono voluti 26 giorni per riprenderci dalle ferite inflitteci durante l’avventura contro i Beholders.

Mentre riposavamo, Arewin ha mandato il suo falco magico in perlustrazione, coprendo quasi tutta la provincia di Utwan a volo d’uccello.

La provincia brulica di pattuglie e war band di gnoll che stanno rastrellando gli ultimi sopravvissuti della popolazione. Nulla si oppone più alla loro avanzata. L’unica zona dove sono state notate vittime gnoll sono ai confini della provincia con il Regno degli Elfi, la dove inizia il grande bosco. Evidentemente le difese degli elfi non sono trascurabili.

Abbiamo localizzato la Fortezza descrittaci dai prigionieri, la dove Yeenoghu ha preso dimora e dove si trova il centro di comando degli gnoll. Apparentemente non tutti gli gnoll sono soddisfatti della guida di Yeenoghu, in quanto abbiamo visto parecchie teste di gnoll su delle picche al di fuori del castello (insieme alle teste di molti altri umani, elfi, nani, etc.). Probabilmente non tutti gli Gnoll seguono Yeenoghu di loro spontanea volontà.

Siamo dunque partiti e dopo due giorni di viaggio sull’Airboat siamo arrivati in vista del castello. Si tratta di una fortezza umana conquistata dagli gnoll alcuni mesi fa, dopo che la devastazione prodotta da Teronus ed i suoi draghi ha indebolito le difese. Atterrati nelle vicinanze ci siamo camuffati usando degli incantesimi (Seeming) per apparire come degli gnoll. Ci siamo quindi aggregati al primo gruppo numeroso che è ritornato alla fortezza approfittando della natura caotica dei gruppi di gnoll, che ci ha permesso di entrare senza farci notare.

Una volta entrati abbiamo sentito che un gruppo di gnoll in assetto da battaglia (una 50ina, una compagnia) stava per andare ad attaccare un insediamento di nani. Ci siamo aggregati prontamente e dopo tre giorni di marcia li abbiamo sterminati, subito prima che lanciassero l’attacco all’insediamento di nani. L’insediamento era molto piccolo, appena 4 famiglie e 4-5 guerrieri. Un prigioniero ci ha confermato che al castello c’è Yeenoghu in persona e non un rappresentante.

Utilizzando una potente quanto costosa magia abbiamo scoperto che, oltre a poter entrare camuffati, esiste la possibilità di introdursi nel castello attraverso un vecchio passaggio segreto. Ci siamo trasportati all’interno della mura esterne della fortezza, sulla sommita di una collina e li, con un po’ di fortuna, abbiamo scoperto un passaggio nascosto da arbusti.

Seguendo il passaggio siamo arrivati ad una stanza che conteneva mappe militari di operazioni passate ed in corso. Abbiamo compreso che si trattava della stanza usata dal re degli gnoll per tenere i suoi consigli di guerra e pianificare le future azioni. Abbiamo atteso invisibili che il re tornasse. SIamo stati abbastanza fortunati: non solo il re è tornato, ma con lui c’erano alcune guardie del corpo e i suoi principali generali e consiglieri (almeno un prete di Yeenoghu). Apparentemente stavano per programmare una invasione della Provincia di Valenor. Avendo sopravvalutato un po’ la loro resistenza fisica, abbiamo ucciso tutti gli individui di valore (re, consiglieri e sacerdote). Abbiamo portato via i cadaveri del re e del sacerdote, nel passaggio segreto. Ma prima che potessimo decidere cosa fare (e come farlo) siamo stati attaccati dalle guardie allertate dal combattimento e accorse. Non solo, dietro di noi, all’uscita del passaggio altri soldati avevano accumulato legno e stavano buttando olio.
Questo ci ha forzato a teletrasportarci via, solo con le teste dei due gnoll. Sia per evitare che venissero fatti risorgere, sia per poterle interrogare con comodo.
Interrogando lo spirito del re abbiamo scoperto che Yeenoghu si trova in una sala nei sotterranei del castello. Abbiamo anche consulato gli dei (Corellon Larethian) per avere consigli e pare che la situazione fosse tanto seria che Corellon Larethian ha deciso di comparire e comunicare direttamente con Arewin, sua sacerdotessa. La situazione è grave e seria. Sorvegliando il castello con l’uso delle sfere di cristallo, sia Xia che Janier hanno notato una barriera che gli impediva di visualizzare l’interno del castello (anche la zona dove erano stati). Non solo, durante la notte, Yeenoghu ha mandato degli incubi contro i due chierici Xia e Arewin per la decisione di decapitare il re e il sacerdote (vuol dire che abbiamo fatto bene).
La visione con le sfere di cristallo ha mostrato che ci sono, intorno al castello, un gran numero di demoni che aspettano che Yeenoghu li faccia entrare nel nostro mondo.

Ci siamo così afrettati a ritornare alla fortezza. Fortunatamente, sebbene fosse impedita la visione remota, il teleport ha funzionato e siamo tornati nella stanza del consiglio del re. Abbiamo, velocemente, eliminato le guardie che la sorvegliavano e, camuffandoci, siamo riusciti ad attraversare la fortezza ed evitare ulteriori combattimenti. Ed abbiamo trovato la sala del trono di Yeenoghu dove è iniziato uno scontro epico.

View
Taglia un occhio, ne crescerà un'altro

Inoltrandoci nell’insediamento dei Beholders, abbiamo scoperto Velinax rinchiuso dentro una cella sferica chiusa da una grata posizionata sul pavimento del tunnel che stavamo percorrendo.

La cella aveva un campo anti magia, ma lo abbiamo liberato comunque con metodi tradizionali.

Procedendo, abbiamo trovato, insieme a Velinax, la sala dove risiedeva la Hive Queen che governava l’insediamento di beholders. Li abbiamo scoperto che Velinax è un beholder di nome Que Toxi che ci ha manipolati per farci scontrare con la regina e eliminarla, in modo da diventare lui stesso il capo dei beholders. Per evitare il rischio di un ulteriore scontro tra noi, lui e la sua guardia di quattro beholders (qualcuno ci avrebbe rimesso la pelle e nessuno aveva intenzione di rischiare un combattimento per nulla), Que Toxi ci ha offerto un passaggio sicuro verso la superficie, la chiusura del condotto che porta dall’ Underdark a Benthay e un patto di non interferenza tra noi e il mondo di superficie e la sua comunità di beholders, prederendo rivolgere la sua attenzione alle comunità dell’Underdark ed in primi ai due draghi che dimorano nelle cripte o alle mortuarie sotto la città, di cui non era a conoscenza della presenza così vicino al suo insediamento.

In pratica, i nostri eroi hanno sconfitto il male e guadagnato quasi niente nel farlo.
Adesso, però, la provincia è sotto il controllo di Janier e del re muratore.

Ma ci sono altri problemi all’orizzonte!!! E nuove opportunità di guadagno.

La provincia assegnata a Ka-Tamni Xia ha avuto un aumento dell’attività degli gnoll. Un certo numero di gnoll sono stati catturati lungo il confine con Valenor, mente tentavano di razziare la popolazione. Le informazioni raccolte ci dicono che la popolazione di gnoll ha smesso di essere frammentata in 50 tribù, e si è riunita sotto la guida del loro dio Yeenoghu (o di qualcuno che si fa passare per esso). Gli gnoll hanno cominciato a razziare tutte le popolazioni della zona per offrire sacrifici al dio, come richiesto dallo stesso. Nel processo, sono stati sterminate le poche centinaia di famiglie umane che erano sopravvissute agli attacchi dei draghi di Teronus dell’anno scorso. Prima degli attacchi erano molto più numerose e riuscivano a tenere a bada la popolazione frammentata di gnoll.

Le informazioni raccolte dagli gnoll catturati dicono che le 50 tribù (gnoll che sanno contare fino a 50? WTF) si sono unificate sotto Yeenoghu. Ogni tribù ha circa 4-8.000 individui (gnoll che sanno contare fino a 8.000?). Il che ci fa stimare che il numero di maschi adulti in grado di combattere possa arrivare fino a 100 mila gnoll. Il che rende improponibile lanciare una campagna militare contro di essi, con l’esiguo numero di mercenari e paladini a nostra disposizione. Apparentemente, il confine della provincia con il regno degli elfi è ben difesa, dagli elfi, in quanto molti gruppi di gnoll sono stati uccisi nelle pianure a poca distanza dalla foresta. Difficilmente gli gnoll attaccheranno verso nord, perché le montagne dove sono stabiliti confinano con il Deserto di Ylauram, dove non sono a loro agio. Il che ci sprona a risolvere velocemente la situazione, prima che gli gnoll mettano gli occhi su Valenor e sulla sua popolazione come sorgente di cibo e sacrifici al loro dio. La cittadella dove dimora il loro dio si trova sulle montagne a Nord-Est, e grazie alla nostra ricognizione siamo riusciti a localizzarla. Nel farlo abbiamo tracciato una mappa della provincia come vista a volo di uccello.

View
Una Città di Occhi

Dopo aver girato per Ilth K’Hinax, abbiamo determinato che la città era divisa tra varie popolazioni che vivono nell’Underdark. Probabilmente abitavano qui Beholders, Mind Flayers e Drow, quasi certamente anche Sahuagin o qualche altra popolazione subacquea. Probabilmente anche dei nani (Derro?).

Che sia in rovina non sorprende, quindi. Si saranno quasi sicuramente ammazzati a vicenda nel passato.

nella parte superiore della città, dopo aver sconfitto un beholder li di guardia (e un altro mostro) abbiamo scoperto un tempio di Lolth (molte pietre preziose sui muri, molte statue che emanano gas velenoso quando una creatura si avvicina, un altare con una immagine di Lolth dietro che lancia raggi verdi dagli occhi che disintegranoe uno Xorn nel fottuto pavimento/soffitto/muro.

Un’altro grosso salone conteneva una specie di grande cervello psionico di pietra (forse una statua di un dio degli Illithit – Ilsensine) la cui semplice presenza ha fatto collassare il mago (che si è preso un parassita che succhiava energia magica da lui).

Dopo aver disinfestato il mago, abbiamo continuato l’esplorazione e seguito dei passaggi verso l’alto alle estremità della città. Siamo quindi spuntati in una enorme (veramente enorme) grotta. Sl soffitto della grotta ci sono delle torrette che rispecchiano quelle da cui siamo usciti noi sul fondo. In queste torrette ci sono vari beholder che fanno la guardia.

Un grande condotto, che passa per la colonna centrale della città sotto di noi, si apre al centro delle torrette. Sia sotto che sopra, su quella che sembra una enorme stalattite e la corrispondente stalagmeite al di sotto.

Abbiamo seguito il pozzo (largo 30 metri) che porta verso il basso e dopo parecchie centinaia di metri abbiamo trovato una enorme cavità in cui dimorano due enormi draghi porpora con 4 uova e un enorme tesoro. Abbiamo optato per visitarli in seguito.

Abbiamo quindi seguito il condotto verso l’alto, invisibili, e siamo saliti verso quello che sembra un insediamento di varie decine di beholder (probabilmente di vario tipo). Le magie divinatorie ci hanno informato che il mago che cerchiamo è ancora vivo e prigioniero dei beholder. Ma anche che ci sono un gran numero di beholder e, per certo, un beholder particolarmente potente che li guida. Sono anche alleati di Moloch. Nel fare ciò, abbiamo ucciso un beholder (senza essere scoperti) e incontrato quello che appariva un golem dalla forma di un Humber Hulk, con cui ci siamo scontrati. Il problema, adesso, è che siamo visibili dentro un insedimento che pullula di beholder.

View
Nella Tana dell'Occhio (1)
Incursione nella Gilda dei Ladri dell'Unblinking Eye

Alla mattina siamo entrati nel magazzino apparentemente abbandonato che è la sede dell’ Unblinking Eye.

Abbiamo velocemente ucciso (non volevano arrendersi) i membri della gilda che stavano al piano superiore. Abbiamo imprigionato un mercenario che aveva un amuleto magico di Moloch (l’identificazione è certa) e rinchiuso in un barile.

Dopo di ciò siamo scesi al piano sotterraneo e abbiamo affrontato un gruppo di guerrieri moderatamente abili. Il rischio più grosso per noi è stata la trappola magica che ci bloccava dentro una sala mentre questa veniva allagata. Ma l’Anti-Magic Shell del mago ha risolto il problema. Una volta che la stanza si è svuotata abbiamo velocemente sgominato i superstiti del gruppo. Apparentemente il gruppo adora segretamente Moloch e ha un tempio nascosto nel loro nascondiglio.

Entrati nel tempio di Moloch abbiamo scoperto che il “dio” era il beholder a cui stiamo dando la caccia e che estende la sua influenza sulla regione. Ma, invece di affrontarci, il mostro a preferito ritirarsi nell’Underdark.

Abbiamo trovato abbastanza velocemente il modo di seguirlo, nonostante la presenza di un muro magico di pietra nera che svanisce solo temporaneamente.

Il tunnel ci ha portato dopo parecchio tempo a molte centinaia di metri, forse km dalla superficie. La nostra precedente esperienza ci dice che siamo finiti nell’Underdark.

Li abbiamo deciso di fermarci per riposare e recuperare, prima di continuare l’inseguimento del mostro.

Dopo aver affrontato due Hydra a sette teste, abbiamo raggiunto una enorme scultura a forma di teschio. Dalle orbite sono usciti due spore a forma di Beholder e dalla bocca un beholder di tipo sconosciuto con solo quattro peduncoli e il cui occhio principale sembrava non emettere nessun Anti-Magic Ray. Apparentemente questo strano beholder era in grado di riflettere le magie mirate su di lui e di lanciare un disintegrate. Comunque, ne abbiamo fatto polpette velocemente.

La bocca della scultura si apriva in un passaggio di 3 metri di diametro che scendeva per un lungo tratto e ci ha portato ad una citta abbandonata dei beholder. Ci siamo fermati a riposare per la notte.

La città sembra abbandonata da secoli al minimo. Le Continual Light usate per illuminare le strade stanno iniziando a decadere. Abbiamo iniziato a esplorare la città, ma per ora abbiamo trovato solo macerie, resti di vari tipi di umanoidi, zone allagate con case sott’acqua. Nessuna traccia del beholder. La città appare essere la stessa dipinta nella pergamena che abbiamo recuperato tempo addietro.

Adesso che mi viene in mente, abbiamo lasciato il nostro prigioniero in superficie imprigionato e legato dentro un barile nel deposito abbandonato. Sono passate almeno 48 ore, se non di più da quel momento.
Non sono sicuro che un Paladino di Tyr e un Chierico di Corellon Laretian possano lasciare morire qualcuno di sete in una atroce agonia in quel modo, anche un criminale del genere. Che si siano dimenticati del prigioniero?

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.